venerdì 6 ottobre 2017

Regala una stella

Si avvicina Natale,inizio già a vedere le prime foto di abeti spogli riesumati dalle cantine o dalle soffitte,inizia la gran corsa al regalo perfetto,il regalo speciale,il regalo che dovrebbe racchiudere un grande amore e un grande significato,e cosa c'è di più speciale di una stella?
Si si proprio una vera stella,non un ciondolino con la sua forma,ma una vera e propria stella.
E' tutto molto semplice e molto economico,vi basterà visitare il sito Etoilez-moi.com ,scegliere la vostra costellazione preferita,scegliere la data del battesimo e infine il nome della vostra stella,in pochi giorni riceverete a casa la vostra busta con all'interno:
Il certificato di battesimo della stella registrata dall’ICR
Il registro Internazionale dei battesimi di stelle, in cui è indicato il nome della vostra stella
Le coordinate esatte della stella battezzata, così come il nome della costellazione in cui si trova.
Una mappa del cielo, che consente la localizzazione della stella







Io ho scelto la costellazione di Cassiopea e per non escludere nessuno le ho dato il nome inserendo le iniziali di tutti i componenti della famiglia ,ne è uscito il nome DADDA:
Cassiopea è una figura della mitologia greca storicamente nota per la sua vanità.
Sposò Cefeo re di Etiopia e generò Andromeda.
Un giorno, mentre era intenta a pettinarsi i lunghi capelli ricciuti, Cassiopea vanitosamente osò dichiarare che la sua bellezza e quella di sua figlia superavano addirittura quella delle Nereidi. Una di esse era Anfitrite, sposa di Poseidone, il dio del mare. Le Nereidi così si rivolsero a Poseidone perché punisse Cassiopea per la sua vanità e il dio mandò un serpente mostruoso, Ceto, a devastare l'Etiopia e a divorarne gli abitanti.
Un oracolo determinò che l'unico mezzo per calmare le ire del mostro era sacrificare Andromeda, figlia di Cassiopea e Cefeo. Questa fu allora incatenata a uno scoglio per il sacrificio, ma l'eroe Perseo la sottrasse all'orribile destino. Egli, infatti, aveva ucciso la terribile Medusa (i suoi occhi potevano pietrificare chi li guardava) e dato che le aveva tagliato la testa, riuscì a salvare Andromeda proprio grazie ai poteri emanati dalla testa mostruosa.
Gli antichi identificarono Cassiopea con una costellazione che si trova a formare con quella di Cefeo, collocata vicino a essa in cielo, le uniche due costellazioni celesti dedicate a un marito e a una moglie. Gli autori classici scrivono il suo nome Cassiepea, ma gli astronomi usano la forma Cassiopea.

Nessun commento:

Posta un commento